Memento mori, Germania inizi XIX secolo.

Germania inizi XIX secolo.

4800 Euro

Memento Mori per Wunderkammer, teschio umano dorato, dipinto ad olio. Sul retro della nuca l’eccezionale decorazione dipinta raffigurante il simbolo di Ouroboros. L’Ouroboros (dal greco οὐροβόρος, dove οὐρά, urà, sta per “coda” e il βορός, boròs sta per “mordere”, aggettivo riferito al serpente) è un simbolo antico, originario dell’Egitto e presente in molti popoli e in epoche diverse ed è l’immagine di un serpente che si morde la coda e la ingoia. Questa figura simbolica diffusa rappresenta, in forma animale, l’immagine del cerchio che personifica l’eterno ritorno, l’energia universale che viene costantemente consumata e rinnovata, la natura ciclica delle cose, e simboleggia la resurrezione e la vita eterne. L’eterno ritorno e di conseguenza anche l’eternità iconograficamente rappresentata dal cerchio stesso. Possiede anche un forte simbolismo alchemico e iniziatico. In Germania all’inizio del XIX secolo.

5,5” – 14 CM H     5,2” – 13 CM L     8” – 20 CM D

REF:  M5347

Richiedere ulteriori informazioni

    Scrivici